Modello Contratto di Factoring

Il contratto factoring è un documento dove chi ha un’impresa cede quote della stessa in base al debito che ha nei confronti di un’altra persona, di solito un fornitore.

In italiano, questo tipo di contratto viene chiamato Cessione di credito di impresa e risulta essere molto semplice da fare. Nel contratto, si trovano

I dati dell’imprenditore e della sua azienda.

I dati di chi vanta un credito nei confronti dell’imprenditore.

Le quote cedute e il loro valore.

I crediti possono avere già un valore al momento della stipula del contratto, oppure avere un valore nei futuri ventiquattro mesi. In questo caso, nel contratto ci saranno delle clausole per tutelare chi riceve i crediti. Così, chi ottiene le quote non ha il rischio di perdere tutto. L’imprenditore sarà tenuto a pagare solo la differenza tra il debito e il valore delle quote cedute, e non tutto il debito, solo nel caso in cui questa differenza si verifica. Se le quote sono al pari con il debito, l’imprenditore non deve più nulla. Compito di chi riceve le quote sarà di farle fruttare, nel proprio interesse. In un secondo momento, l’imprenditore può decidere di pagare l’importo dovuto. In questo caso, chi ha ricevuto le quote è tenuto a restituirle e a dichiarare che il contratto è stato chiuso perché tutto è stato regolarmente pagato.

Tutto questo è stabilito dalla legge 52 del 21/02/1991. L’imprenditore può riprendere le quote anche se non ha pagato il debito. In questo caso, però, l’azienda deve essere dichiarata fallita. In più, il curatore nominato dal tribunale deve dimostrare che l’azienda che ha ricevuto le quote sapeva che l’imprenditore se la stava passando male. Se il giudizio è contrario, allora le quote restano per sempre in mano al creditore. Se il curatore dimostra che ci sono altre persone che hanno diritto al denaro prima di chi ha ricevuto le quote, allora questi deve cederle al curatore, per fare in modo che chi ha diritto per primo abbia la sua parte.

Il contratto di factoring viene molto utilizzato soprattutto in periodi di crisi, perché le aziende hanno difficoltà a pagare banca e fornitori. Le quote rappresentano una piccola garanzia, che consente di ottenere dei prestiti utili per andare avanti. L’imprenditore ottiene così credito più facilmente e, se invia il denaro entro la data di scadenza, ottiene in automatico le quote che aveva inizialmente ceduto. Il contratto serve proprio per organizzarsi a livello legale.

Modello Contratto di Factoring